IBI INTERMEDIAZIONE BENI IMMOBILIARI s.n.c.
via P. F. Calvi, 18 - 35122 Padova - tel. 049 651977 - fax 049 8789907
info@ibipadova.it   - www.ibipadova.it

 
 
 
home agenzia amm. condominiale ricerca avanzata annunci immobiliari mappa utility info
 
 

 









La nuda proprietà

La nuda proprietà rappresenta un tipo di contratto particolarmente vantaggioso per l'anziano, è possibile vendere la nuda proprietà della casa, riservandosi il diritto di abitare e godere l'immobile vita natural durante.
La proprietà è un diritto costituzionalmente tutelato (art. 42 del Codice Civile ) destinata ad assolvere una funzione sociale, regolato dalla legge. Sotto l'aspetto del diritto privato, la proprietà è il diritto di godere e disporre delle cose in modo pieno ed esclusivo entro i limiti e con l'osservanza degli obblighi stabiliti dall'ordinamento giuridico.
Qualora però sulla proprietà si costituiscono diritti reali di godimento quali l'usufrutto, il contenuto del diritto di proprietà viene limitato o meglio compresso (la "nuda proprietà").

L'usufrutto è regolato dall'art. 981 c.c. e consiste nel diritto di godere della cosa altrui con l'obbligo di rispettarne la destinazione economica. Molti anziani desiderano vendere l'immobile in cui abitano, per assicurarsi una vecchiaia dignitosa.
Il pagamento può consistere, anzichè nel versamento di contanti nel riconoscere al venditore una rendita vitalizia. Alla morte dell'usufruttuario la nuda proprietà e l'usufrutto si riuniscono e si riforma la piena proprietà, della quale si può disporre liberamente.

Nella formazione del prezzo di cessione di un'unità immobiliare incidono numerosi fattori che vanno dall'età del venditore al numero di persono che si riservano il diritto di usufrutto, lo stato di conservazione dell'immobile, la sua ubicazione. Si può spuntare un ribasso sul prezzo di mercato oscillante tra il 20 e il 50 per cento.
L'usufruttuario, può utilizzare l'immobile, affittarlo ad uso abitativo ma non può mutare l'uso. Le spese di manutenzione ordinarie sono a carico dell'usufruttuario insieme all'irpef e all'ici, mentre quelle straordinarie sono a carico del nudo propretario
Il "nudo proprietario" non deve dichiarare la rendita dell'immobile nel modello 730 o "Unico" in quanto chi usa il bene è l'usufruttuario. Il vantaggio principale però è al momento della compravendita: cedendo la sola nuda proprietà, l'imposta di registro (a carico dell'acquirente) si paga in percentuale.

 

 


©2008 IBI Intermediazione Beni Immobiliari snc                                                                           Privacy - adv: creative-lab.it